origliare, annusare, percepire e capire senza essere visto. Una dote quasi innata, che aveva perfezionato in anni di appostamenti alle coppiette dei paesi e contrade limitrofe. Molto meglio di un film pornografico, la visione in prima fila dello spettacolo dal vivo gli dava la sensazione di percepire anche gli odori
– questo è uno di quei racconti il cui finale non ti aspetti e potrebbe dare fastidio ai più suscettibili, ma non poteva essere altrimenti considerando la particolarità del protagonista del videoracconto di oggi, magistralmente letto da Fabio Fallarino a cui va il mio enorme grazie per essersi proposto e aver dedicato il suo tempo e la sua professionalità a un mio racconto

La versione originale del racconto letto da è presente in “Sparse carte” il mio libro d’esordio, pubblicato nel 2016 da Eretica edizioni e dal 29 marzo 2020 liberamente scaricabile da questa pagina del blog.

AM
Benevento, 28 aprile 2020

0