Venerdì 3 luglio 2020 ho avuto la piacevole esperienza d’essere stato ospite presso l’evento “Contagiati dalla scrittura“, organizzato dal comune di Fragneto Monforte e la Biblioteca Comunale.

Il mio “Sparse carte” è stato però solo il pretesto per spaziare nel mio mondo creativo in cui la scrittura si intinge di musica, teatro e arti figurative. La serata, suddivisa in quattro parti, ha avuto per me momenti suggestivi nel ricordare la nascita a la trasposizione in testo di alcuni racconti e il senso che ho voluto trasmettere in ognuno di essi, mascherandolo in storia.

Maria Sarracco è stata la moderatrice della serata un Prof, che se avessi avuto io da ragazzo oggi sarei stato una persona migliore. Con lei, nel dopo evento, ho parlato di Platone, del suo Simposio e dell’amore inteso come mancanza. Un nuovo sentiero è comparso dietro una siepe che lo aveva oscurato e ho ripreso a trascrivere le gesta dei protagonisti di un mio progetto, fermi oramai da troppo tempo.
Le foto della seguente gallerie le ha scattate Elianna Zotti. Gilda Pennucci, Andrea e Gabriele hanno curato la parte musicale, con l’esecuzioni di alcuni brani estratti dalla playlist da me creata e usata come colonna sonora durante la scrittura del libro. Tanya Terlizzo è stata l’indispensabile elemento di unione tra me e il numeroso pubblico, che ha manifestato tutto la sua empatia, scrivendo, a fine serata, un gran numero di pensieri su biglietti distribuiti all’inizio dell’evento.

Fra i tanti momenti salienti della serata, mi fa piacere ricordarne uno in particolare: nel mio libro è presente “Quando vi sveglierete“, che parla dell’eccidio di Pontelandolfo, avvenuto il 14 agosto 1861 a opera dei Bersaglieri, che si scagliarono con particolare violenza sulla popolazione inerme. Nel racconto citai proprio Fragneto, perché era stato luogo di rifugio di coloro che vennero definiti Briganti anche se molti di loro furono gli antesignani dei partigiani, in quanto lottarono per difendere la libertà della propria terra e delle loro famiglie. Non vi nascondo, che quando in fase organizzativa mi è stato chiesto di leggerlo dal vivo, ho provato una sincera commozione.

Nel finale di serata, protagonista assoluto è stato il Pescegatto e la sua storia, che quando scrissi, mai avrei immaginato potesse essere la trasposizione di ciò che per me stava per iniziare e che durante l’evento ho avuto il piacere di leggere a due voci con il Sindaco di Fragneto.

Come ho detto durante la serata, chissà in quale mia prossima storia compariranno i volti dei protagonisti della serata e tutti i dettagli di un’organizzazione impeccabile sia nell’estetica che nei contenuti. Ancora grazie a tutti.

AM
Diamante, 13 luglio 2020

0