Indaco” è la trascrizione di una sorta di sogno lucido che ho avuto qualche notte fa. Così realistico, che per togliermelo di dosso ne ho parlato con alcuni colleghi di scrittura in una nostra chat. Ma non è stato sufficiente, così l’ho trasformato in racconto è ho chiesto a Marco Sica di comporre una musica adatta. A lui l’idea è piaciuta e, non solo ha preso Chapman Stick, Moog & Micropiano per suonare l’accompagnamento musicale, ma ha realizzato anche il video.
P.S.: il titolo prende il nome dal colore dell’abito della ragazza

AM
Benevento, 12 aprile 2020

0