proximity,tecnologia

Il Turismo e le nuove Tecnologie

7 Ott , 2007  

L’articolo seguente è il sunto del mio intervento c/o l’università del Sannio. Per l’occasione, nell’ambito del tema “Turismo e nuove tecnologie“, ho relazionato di come una corretta attività di proximity marketing basata su tecnologia video e bluetooth può essere un valido strumento supporto al settore turistico in generale.

Il turismo è un enorme motore in grado di muovere enormi quantità di persone ed ingenti capitali, deve continuamente rinnovarsi ed essere al passo con i tempi sia dal punto di vista tecnologico che per l’utilizzo di nuove strategie e tecniche di marketing.
Un esempio lampante di questa affermazione è il passaggio nel giro di pochissimi anni che il settore turistico è riuscito a compiere dal mondo tradizionale al mondo digitale che viaggia su Internet. La GRANDE RETE che poteva essere un grande concorrente di molti operatori turistici, con veloci adattamenti ed innovazioni tecnologiche degli stessi, si è trasformata in un fecondo strumento di comunicazione e marketing.

Ma per compiere queste trasformazioni e questi repentini adeguamenti è comunque necessario al mondo del turismo un supporto spesso e volentieri di tipo tecnologico, su cui il marketing management può fare affidamento o trovare spunti per soluzioni vincenti

Fra le tipologie di supporto tecnologico al turismo esistenti, oggi mi soffermo sulla combinazione tecnica di “video e bluetooth advertising”, validi strumenti del proximity marketing.

Prima di concentrarci sulla tecnica analizziamo le caratteristiche dei due strumenti:

Il Bluetooth: standard di trasmissione dati fra dispositivi elettronici, in grado di elaborare le specifiche del protocollo. Largamente diffuso sui telefoni cellulari e smartphone, palmari e su molti laptop.
Adottato in una campagna di proximity marketing presenta i seguenti vantaggi:
No Pairing: non è prevista l’allineamento tramite codice dei dispositivi in comunicazione
Identificazione mittente: è ben chiaro chi sta trasmettendo il messaggio
– No Violazione privacy: il messaggio può essere accettato o rifiutato
Forte impatto informativo ed emotivo
Larga diffusione (trasversale) dei devices Bluetooth: tutti hanno un celluare o un palmare
Multimedialità: il messaggio che giunge può essere una semplice immagine o un intero filmato
Gratuità in trasmissione e ricezione

Lo schermo video: strumento di comunicazione considerato oramai canonico. Può avere un enorme impatto emotivo o informativo in base al filmato trasmesso.
Adottato in una campagna di proximity marketing presenta i seguenti vantaggi:
Strumento già ampiamente conosciuto
Adatto sia per l’informazione che per la comunicazione commerciale e promozionale
Considerato l’attuale focolare domestico cattura l’attenzione inconscia di chi è in sua prossimità

Come ben si può intuire la combinazione di due strumenti così efficienti non può che portare ad prodotto altamente qualificato per essere utilizzato in campagne di proximity marketing vincenti.

Adesso per capire come utilizzare gli strumenti si deve individuare l’obiettivo che si vuole raggiungere.

In una campagna di supporto turistico sarà molto probabilmente “La veicolazione dei flussi turistici verso l’obiettivo individuato”.

Per ottenere il risultato sarà quindi necessario studiare e rendere operativa una campagna di proximity marketing in cui tutti:
Chi offre la tecnologia
Chi usufruisce direttamente del supporto
Chi usufruisce indirettamente (l’indotto)

operino facendo sistema e soprattutto tengano ben presente il “Principio del Vantaggio” indispensabile criterio per l’elaborazione di ogni campagna di proximity marketing che voglia risultare vincente.
Il concetto su cui si fonda il principio da me elaborato si può sintetizzare in queste poche righe:
La campagna avrà un successo proporzionato alla percezione che i suoi destinatari hanno sul vantaggio che otterrebbero in caso di adesione”.

Inoltre, rispettando tale principio una campagna di proximity marketing può trasformarsi in una campagna di “Viral marketing” per il processo che si innesca di “condivisione del vantaggio” fra le persone conoscenti fra di loro che con molta probabilità diffonderanno l’informazione e con essa il vantaggio, ma soprattutto la comunicazione turistica che ne rappresenta la base.

Ma se sono utilizzati gli strumenti giusti e la campagna è stata creata ad arte il turista così convogliato potrà poi ricevere:
Adeguata accoglienza: lo stesso sistema promozionale usato lo può individuare e accogliere
Adeguata guida uniformata all’invito: il suo cellulare si può trasformare in una guida multimediale
Far percepire in loro soddisfazione: sentirsi accolti e coccolati fa piacere

Altro punto di forza di un’attività promozionale che impieghi anche questi strumenti di proximity marketing è che si toccano fasce di utenza spesso lontane dai canali di promozione tradizionale. Parlo dei giovani e di coloro che sono molto inclini alle nuove tecnologie.

Questo stesso articolo sarà aggiunto al documento PDF Proximity Marketing a cui vi invito ad aderire.

AM
Benevento, 8 ottobre 2007

, , ,


Comments are closed.